website design templates

FIRENZE JAZZ FESTIVAL

JAZZ FESTIVAL

Programma 2020

FESTIVAL JAZZ FIRENZE


GIOVEDI’ 17 SETTEMBRE 2020

Ore 19:30 - SANTAROSA BISTRO’, Lungarno di Santa Rosa - Ingresso gratuito

Ore 21.30 - CIRCOLO LA RONDINELLA DEL TORRINO, Lungarno Soderini, 2
Ingresso gratuito

L’orchestrino

Filippo Ceccarini - tromba
Tony Cattano - trombone
Beppe Scardino - sax baritono
Glauco Benedetti - sousafono
Daniele Paoletti - rullante e percussioni
Simone Padovani - grancassa e percussioni

Firenze Jazz Festival 2020

Nato in seno alla fertile Livorno musicale, L’Orchestrino è composto da musicisti molto attivi nella scena jazzistica – in senso esteso – italiana, con interessi e collaborazioni illustri (Gianluca Petrella, Roy Paci, Amiri Baraka, James Newton, Tim Berne, Bobby Previte, John Tchicai, per citarne alcuni) in ogni genere musicale. Questa tendenza musicale onnivora permette al gruppo di spaziare moltissimo abbracciando con la stessa autorevolezza ogni stile, con un approccio fresco e creativo ed un forte riferimento storico e sonoro verso le classiche brass band del jazz. Il repertorio segue questa multidirezionalità: standard delle brass band, canzoni popolari, brani originali ed insospettabili covers di artisti come Eddie Bo, Medeski Martin & Wood, William Parker, Marc Ribot, Art Ensemble Of Chicago, Chris McGregor Brotherhood of Breath.

Il percorso vario ha portato quest’organico ad esibirsi in festival come Umbria Jazz, London Jazz Festival, Bari in Jazz (per citarne alcuni). Nel tour del 2013 con Bobo Rondelli si esibiscono in alcuni fra i locali più importanti della penisola.

Ore 18.30 - RISTORANTE TRE RANE RUFFINO, Via Poggio al Mandorlo, 1, 50012 Bagno a Ripoli (FI)
possibilità di aperitivo, visita alle cantine, cena e concerto 
su prenotazione ai numeri +39 3783050219/+39 055 6499712
oppure alla mail Hospitality@ruffino.it

Nico Gori Hard Bop Trio

Nico Gori (sax)
Manrico Seghi (organo)
Vladimiro Carboni (dr)

Firenze Jazz Festival 2020

Il Nico Gori Hard Bop Trio nasce intorno alla figura del clarinettista e sassofonista Nico Gori, musicista di levatura internazionale che vanta collaborazioni del calibro di Stafano Bollani, Fred Hersch, Vienna Art Orchestra, e molti altri; a completare la formazione una affiatata ritmica composta da Manrico Seghi all’organo hammond e Vladimiro Carboni alla batteria. Il trio affronterà un repertorio di standards americani, proponendo un viaggio fra i vari stili del jazz senza farsi mancare incursioni nel mondo latino.

Ore 21:15 - SALA VANNI, Piazza del Carmine, 14
Biglietto: 13 € in prevendita, alla porta 20 €

Roberto Ottaviano UK Legacy

Michele Campobasso (key)
Pierpaolo Martino (basso el.)
Pippo D’Ambrosio (dr) 

Firenze Jazz Festival 2020

U.K. Legacy è il tributo di Roberto Ottaviano al sax, Michele Campobasso alle tastiere, Pierpaolo Martino al basso e Pippo D'Ambrosio, al progressive inglese a cavallo tra la fine degli anni '60 e gli anni '70. La Swinging London era una mecca attorno a cui gravitavano registi e attori cinematografici, scrittori, personaggi della moda e della pubblicità, punte d'avanguardia del vecchio continente che mescolandosi tra loro finivano per influenzarsi a vicenda. Nomi legati alla scuola di Canterbury come Robert Wyatt ed i Soft Machine, al rock visionario dei King Crimson, il British Jazz di Mike Westbrook e Keith Tippett e quello degli esuli sud africani, hanno segnato una stagione indimenticabile i cui frutti sono ancora freschi nella musica del secondo millennio, e ci ricordano ancora come certe dinamiche ed una forza appassionante non conosce l'affronto del tempo.


VENERDI’ 18 SETTEMBRE 2020

Ore 19:30 - VILLA STROZZI, Palco esterno LIMONAIA, Via Pisana, 77
Ingresso gratuito

Francesco Zampini Trio

Francesco Zampini - chitarra
Michelangelo Scandroglio - contrabbasso
Mattia Galeotti - batteria

Firenze Jazz Festival 2020
Il giovane chitarrista toscano, da anni attivo sulla scena italiana e internazionale, vanta collaborazioni con artisti del calibro di Alex Sipiagin, Ben van Gelder, Darcy James Argue, Fabrizio Bosso, Emanuele Cisi, Nico Gori, Scott Hamilton, Roberto Tarenzi, Stefano “Cocco" Cantini, Walter Paoli, Raffaello Pareti, Jesper Bodilsen, Giovanni Falzone e Umberto Fiorentino. A dicembre 2019 viene selezionato come unico semifinalista italiano per il prestigioso International Guitar Competition, concorso promosso dall’Herbie Hancock Institute of Jazz. Si è esibito in Europa, Stati Uniti e Russia, e ha al proprio attivo tre produzioni discografiche, delle quali due a suo nome. 
Con lui due musicisti di assoluto valore: Michelangelo Scandroglio, contrabbassista, compositore e band-leader, che si è esibito con artisti come Enrico Rava, Logan Richardson, Seamus Blake, Gregory Hutchinson, Flavio Boltro e Marvin Smith; Mattia Galeotti, che da anni si esibisce in tutta Europa, vanta collaborazioni con grandi nomi del jazz internazionale e, grazie alla sua esperienza con i vari progetti che ha all’ attivo, riesce a spaziare la propria attività concertistica su vari generi musicali. 
Tutti i brani, principalmente originali, sono collegati tra loro in quello che risulta essere un repertorio vario ed intrigante. La solida intesa tra Scandroglio e Galeotti arricchisce e completa gli arrangiamenti, e le composizioni, del leader Francesco Zampini.

Ore 21:30 - VILLA STROZZI, Anfiteatro, Via Pisana, 77
Biglietto 13 € in prevendita, alla porta 20 €

Tinissima Quartet

Francesco Bearzatti (sax)
Giovanni Falzone (tr)
Danilo Gallo (basso el.)
Zeno De Ross (dr)

Firenze Jazz Festival 2020
Continuano gli omaggi a tema del Tinissima Quartet, con le loro traiettorie spesso inaspettate: da Tina Modotti (2008) a Malcolm X (il pluripremiato X (Suite for Malcolm), 2010), Thelonious Monk (Monk’n’Roll, 2013) e Woody Guthrie (l’audace This Machine Kills Fascists, 2015). Per il suo quinto progetto, la band guidata da Francesco Bearzatti si ispira per la prima volta a un personaggio di fantasia: Zorro. Il disco in uscita a ottobre 2020, è una sorta di immaginifica biografia musicale che ben si allinea alle precedenti scelte di campo di uno dei gruppi più ‘militanti’ del nostro jazz: musica avventurosa, passionale e rocambolesca, al pari delle vicende del giustiziere mascherato, e come esse schierata dalla parte del popolo, contro l’oppressione dei potenti.

SABATO 19 SETTEMBRE 2020

Ore 19:00 – VILLA BARDINI, Terrazza, Costa S. Giorgio, 2-4
Biglietto 10/8€, se abbinato al secondo concerto 5€

Alessandro Lanzoni trio

Alessandro Lanzoni (piano)
Enrico Morello (batteria)
Gabriele Evangelista (contrabbasso)

Firenze Jazz Festival 2020

Ore 20:15 – VILLA BARDINI, Fronte Villa, Costa S. Giorgio, 2-4
ingresso gratuito fino a raggiungimento capienza

Il jazzista imperfetto

Presentazione del libro di Danilo Rea con la presenza dell’autore, conduce Alessandra Cafiero

Ore 21:15 – VILLA BARDINI, Terrazza, Costa S. Giorgio, 2-4
Biglietto 20 € + d.p.

Danilo Rea “Improvvisazione di piano solo”

Danilo Rea - pianoforte

Firenze Jazz Festival 2020

È ambientato nel magnifico scenario di Villa Bardini l’evento in programma il 19 di settembre per Firenze Jazz Festival. Protagonista il trio di Alessandro Lanzoni (con Enrico Morello e Gabriele Evangelista) e poi il solo piano di Danilo Rea, con il suo percorso nella canzone italiane da Morricone a De Andre’, interpretato con la consueta maestria.

L’inizio è fissato per le 19.00 con il primo concerto. Per le ore 20.00, mentre sarà in funzione il punto ristoro, Danilo Rea incontrerà il pubblico presentando il suo libro “il jazzista imperfetto” per terminare alle ore 21.30 con il suo “solo piano”.

Il pianista fiorentino Alessandro Lanzoni è ormai una delle più importanti rivelazioni del jazz italiano e già da una decina di anni è all’attenzione di critica e pubblico per la profondità con cui esprime la sua poetica musicale. In questo progetto è accompagnato da altri due importanti nomi del panorama musicale italiano: il batterista Enrico Morello e il contrabbassista Gabriele Evangelista. Tre musicisti con una comune passione per il jazz, una musica tra originalità e tradizione all’insegna della fusione e dell’interplay.

Danilo Rea trova nella dimensione in piano solo il momento ideale per dare forma al proprio universo espressivo e al suo talento naturale per l’improvvisazione: le idee che convergono nelle performance sono delle più varie, dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera. Così, con il suo talento capace di spaziare su qualunque repertorio, la sua sensibilità musicale, il suo estro gentile e la sua forza creativa, Danilo plasma la melodia schiudendo le porte a infinite possibilità che si aprono agli ascoltatori. Uno show dinamico in cui l’improvvisazione è protagonista, proiettando gli spettatori in un mondo le cui strade sono ancora tutte da scoprire.

“Io improvviso sempre durante i concerti, odio avere una scaletta, nulla è già deciso: per me un concerto è come un salto in un mondo che ti si apre strada facendo. È un po’ come raccontare una storia, cercando di costruirla parola dopo parola, e trovando spunti per reinventarla ancora, sempre viaggiando melodicamente sul filo dei ricordi comuni”.


Evento Rimandato a
DOMENICA 27 SETTEMBRE 2020

🔴 EVENTO RIMANDATO 🔴 Attenzione: a causa delle condizioni meteo instabili il concerto delle Girlesque Street Band | FJF 2020 evento finale del Firenze Jazz Festival 2020, di oggi a Villa Demidoff dalle 17,00 è rimandato a domenica prossima! 

Il FJF e le nostre coloratissime ragazze delle GIRLESQUE meritano il sole ed una chiusura in bellezza che la pioggia di oggi non consentirebbero..! Quindi restate connessi: tutto rimandato di una settimana, sempre nel meraviglioso scenario di Villa Demidoff di Pratolino. Anche il Gigante dell’Appennino ci ha confidato che è d'accordo 

Ore 17:00 - PARCO VILLA DEMIDOFF, Via Fiorentina, 276, 50036 Vaglia (FI)
Ingresso gratuito

Girlesque Street Band

Firenze Jazz Festival 2020

GIRLESQUE è la prima e unica street band italiana tutta al femminile. Si tratta di un progetto innovativo e accattivante nel panorama delle marching band il cui fenomeno dimostra una indiscutibile e graduale ascesa. Girlesque mantiene il format efficace del connubio fra sound e movimento ma lo reinterpreta con il linguaggio delle donne. Venti giovanissime musiciste sparse per tutta la Toscana che strizzano l'occhio alla Burlesque ma solo con qualche lontana reminescenza. Suonano ballano e giocano con la grinta e l'entusiasmo tipici di una street band che si rispetti ma senza scordare la grazia e l'eleganza del loro universo femminino.


Tutti i concerti avranno luogo nel pieno rispetto delle norme in vigore relative all’emergenza Covid

Firenze Jazz Festival

© Copyright 2020

Web design by Maia®
www. comunicazione-visiva.com